P. Luigi Caria

P. Luigi Caria

Italiano
English

NOTE BIOGRAFICHE

P. LUIGI CARIA (1932-2017)

Il 2 agosto 2017, a Guasila, intorno alle 16.45, improvvisamente è morto P. Luigi Caria.

Aveva 85 anni compiuti. Era nato a Guasila (Cagliari – Italia) il 16 aprile 1932.

Entrò tra i Missionari Saveriani a Tortolì il 15 settembre 1947. Dopo aver frequentato la scuola media a Poggio San Marcello e il ginnasio a Cremona e a Zelarino, nel luglio del 1951 chiese al p. Generale la grazia di essere ricevuto in noviziato.

Spinto dal desiderio di tendere sempre alla perfezione per essere, meno indegnamente possibile, un figlio del Conforti, nell’agosto del 1952 il giovane Caria inoltrò la domanda di ammissione alla professione religiosa.

Dopo la Prima Professione, avvenuta a S. Pietro in Vincoli il 12.9.1952, Caria continuò con la consueta formazione di base: liceo a Desio, prefettato a Nizza Monferrato e a Macomer, teologia a Piacenza e a Parma.

Fu ordinato Presbitero a Parma il 25 ottobre 1959.

Dopo un anno di studio dell’inglese a Glasgow (U.K.), nel 1961 padre Caria partì per la missione della Sierra Leone dove, a parte alcuni periodi di aggiornamento, rimase quasi tutta la sua vita. In Sierra Leone padre Caria si inserì subito nelle varie attività di pastorale, preparazione ai sacramenti, visita alle scuole… nelle comunità di Magburaka (’61-63’), Kambia (‘63-‘65), Mage-Bureh (’65-’71) Yonibana (’73-’79), Magburaka (’80-92’) Waterloo (’93-’96).

Nel 1996 p. Caria viene destinato, come rettore, alla casa di Lungi. Qui, come tantissimi altri, vive in pieno la tragedia della guerra civile che sconvolge la Sierra Leone. Quanta amarezza nel vedere tutta la missione, edificata con enormi sacrifici in tanti anni, distrutta in pochi secondi dalla furia devastatrice dei ribelli.

Ma padre Caria non si arrende. Infatti, finita la guerra civile, lo ritroviamo in Sierra Leone a Lungi, a Kambia (2004-2009) e ancora a Lungi (’09-’12) ben consapevole che è il Signore che opera in lui: “Del mio 50° di sacerdozio cosa devo dirle? Sono confuso: tante grazie di Gesù e della Madonna buona e troppe mie infedeltà! … Ho il cuore pieno di tanta gioia pensando a quanto sono stato amato dal buon Dio nonostante la mia povertà” (lettera al p. Generale del 03.12.2009).

Per motivi di salute, nel 2012 padre Caria rientra in Italia dove svolge il suo servizio nel ministero e nell’animazione missionaria, prima a Macomer (’12-’15) e poi a Cagliari (’15-’17).

Padre Manganello racconta che ogni tanto diceva a p. Caria: “Sei piccolo ma fai tanto … sei un asinello sardo! E lui mi rispondeva: “Vorrei esserlo per portare il Signore”. Lo portava sì, il Signore, servendo Lui nei poveri e in noi” (dal sito www.saveriani.it).

Il 2 agosto 2017 il Signore chiamò a sé p. Luigi per dargli la ricompensa del servitore buono e fedele.

Riposi in pace.


 FR. LUIGI CARIA (1932-2017)

Fr. Luigi Caria died suddenly on 2 August 2017, in Guasila (Cagliari, Italy), where he was born on 16 April 1932. He was 85 years old.

He joined the Xaverians in Tortolì on 15 September 1947. After attending junior high school in Poggio San Marcello and senior high school in Cremona and Zelarino, in July 1951 he asked the Superior General to admit him to the Novitiate.

Motivated by the desire to strive for perfection in order to be a worthy son of Conforti, in August 1952 he applied for admission to the religious profession, which he made on 12 September 1952, in S. Pietro in Vincoli, followed by the rest of the usual initial formation program: lyceum in Desio, prefect in Nizza Monferrato and Macomer, theology in Piacenza and Parma.

He was ordained priest in Parma on 25 October 1959.

After one year of English language study in Glasgow (UK), in 1961 he left for the mission of Sierra Leone where, with the exception of a few periods of aggiornamento, he spent almost his entire life. In Sierra Leone Fr. Caria worked in the various pastoral activities, preparation to the sacraments and visits to schoolss … in the communities of Magburaka (1961-63), Kambia (1963-65), Mage-Bureh (1965-71) Yonibana (1973-79), Magburaka (1980-92) Waterloo (1993-96).

In 1996 Fr. Caria was assigned to the community of Lungi as its rector where, along with many others, he experienced the tragedy of the civil war and the great disappointment at seeing the mission, which had been built with great sacrifice over many years, destroyed in just a few seconds by the fury of the rebels.

Yet Fr. Caria did not give up. After the civil war he worked in Lungi and Kambia (2004-2009) and once again in Lungi (2009-12), well aware that the Lord was working through him: “As I celebrate my 50 years of priesthood, all I can say is that I am grateful to Jesus and Our Blessed Lady for the many graces I have received and that I am only too aware of my many infidelities! … My heart is full of joy when I think of how much God loves me in spite of my poverty” (letter to the Superior General, 3 December 2009).

In 2012, Fr. Caria returned to Italy on health grounds and he served in the pastoral ministry and missionary animation in Macomer (2012-15) and Cagliari (2015-17).

May he rest in peace.

Search

PDF Files

Articles

sXaveriaNews

Photos

logo sx us

XAVERIAN MISSIONARIES
Copyright © 2018

This site uses cookies in according to privacy, copyright & cookies policies. By clicking "OK" the user accepts that use.